Il ruolo di Cerba Research

In un grande gruppo dedicato alla diagnostica come Cerba HealthCare non ci sono solamente medici, tecnici e specialisti che si dedicano a portare ai pazienti i migliori servizi, strumenti e tecnologie per la salute e la prevenzione. Alle spalle di ciò che facciamo tutti i giorni c’è anche un grandissimo lavoro di ricerca, che Cerba HealthCare porta avanti in prima persona, con una sua divisione interna e specializzata: stiamo parlando di Cerba Research, l’unità dedicata ai clinical trials che sta conoscendo una espansione globale, guidando l’innovazione nel campo delle soluzioni diagnostiche e nello sviluppo di nuovi farmaci e trattamenti.

Perché il futuro della sanità è caratterizzato dal massimo impiego di tecnologia, ricerca e intelligence sui dati, al fine di costruire una medicina sempre più precisa e personalizzata, migliorando la qualità della vita di ogni singolo paziente. Questo è l’obiettivo ambizioso che Cerba HealthCare da sempre persegue e Cerba Research è uno degli elementi che fa la differenza.

Chi è e cosa fa Cerba Research?

Si trova a Gent, in Belgio, e serve tutti i Paesi in cui Cerba è presente. La sua sede si può conoscere con una visita virtuale: basta collegarsi a www.cerbaresearch.com per entrare in contatto con i suoi progetti e con il team che li porta avanti. La sua missione è semplice da riassumere, ma ovviamente per essere messa in atto richiede un altissimo livello di competenze e innovazione, in quanto si tratta di cambiare il paradigma degli studi clinici e rendere sempre più rapido lo sviluppo di nuove terapie, grazie a un uso intelligente e preciso di enormi quantità di dati scientifici.
In poche parole, questa unità progetta e gestisce gli studi clinici che sono alla base di nuovi prodotti farmaceutici e biotecnologici. Fornisce servizi di laboratorio, sia per test di routine sia per test specialistici (citometria a flusso, istopatologia, farmacocinetica, biomarcatori), in una vastissima gamma di campi: oncologia, immunologia, genetica, microbiologia, malattie infettive, neurologia, malattie infiammatorie, malattie rare e patologia clinica.

Cerba Research nel mondo

La rete di laboratori è estesa in tutto il mondo: Europa, Americhe, Africa e regione dell’Asia Pacifico (Cina, Giappone, Australia e Taiwan). In tutti questi continenti, i laboratori Cerba conducono ogni giorno migliaia di test medico-clinici a fini diagnostici, di stratificazione dei pazienti, stadiazione e follow-up. Oltre alle competenze scientifiche messe in campo e alle tecnologie all’avanguardia, Cerba Research ha anche un altro punto di forza, e cioè la gestione della logistica, fondamentale per garantire tempestività in ogni momento. I kit utilizzati per ottenere campioni dai pazienti sono costruiti tutti internamente e nulla è lasciato al caso: dagli imballaggi compatti e pieghevoli, alle spedizioni sottozero, al trasporto aereo, tutto è progettato per garantire rapidità, efficacia e rispetto degli standard più rigorosi. Questo è essenziale per garantire che la ricerca si svolga senza alcun intoppo.

Big Data e digitalizzazione

Ma veniamo a un altro punto fondamentale, l’analisi dei dati, che è alla base sia della possibilità di seguire i pazienti sempre meglio, sia dello sviluppo di nuovi test e nuove cure, grazie all’aggregazione di una quantità mai vista prima di preziose informazioni cliniche ed epidemiologiche. Qui la digitalizzazione, su cui Cerba da sempre adotta soluzioni pionieristiche, gioca un ruolo chiave perché avere dati strutturati per ogni paziente, in ogni momento del suo percorso, organizzati e condivisi, è importantissimo. Informazioni provenienti da fonti diversissime diventano confrontabili e analizzabili con enormi vantaggi per lo sviluppo della ricerca scientifica. (Qui l’intervento di Stefano Massaro su Medicina e Tecnologia al Wired Health 2022).

Il paziente è al centro: tra ambulatori sempre più digitali, procedure di registrazione informatizzate comode e sicure e nuovi wearable devices che porteranno numerose prestazioni a domicilio, chi si rivolge a Cerba HealthCare ha la certezza di essere seguito al meglio e in ogni momento dai suoi specialisti di fiducia.
Perché gestire digitalmente i “big data” delle analisi cliniche ha vantaggi in tantissimi campi: maggiore precisione, contenimento dei costi e, soprattutto, i tempi che intercorrono tra visite, test, arrivo dei risultati e programmazione di tutti i successivi step nel percorso di salute.