Il test sierologico per ricercare e quantificare gli anticorpi neutralizzanti Covid-19 RDB-IgG si fa tramite un normale prelievo di sangue ed è utile a stabilire:

  • se il vaccino o l’infezione naturale (COVID) ha evocato una risposta contro la proteina “chiave di ingresso” del virus;
  • il titolo (la quantità) anticorpale nel tempo (mediante monitoraggi periodici);
  • il numero di dosi di vaccino più opportune da somministrare.

Anticorpi neutralizzanti Covid-19 RDB-IgG, cosa sono?

Gli anticorpi neutralizzanti Covid-19 (anticorpi RDB-IgG, dosaggio quantitativo della proteina spike del Sars-CoV-2) sono una classe di anticorpi che bloccano il virus Sars-CoV-2 rendendolo non più in grado di infettare le cellule. Si sviluppano in seguito al vaccino o alla malattia forniscono un’immunità acquisita al virus. Nel caso della malattia, a partire dal 15esimo giorno dalla comparsa dei sintomi, le verifiche cliniche assicurano una sensibilità del test superiore al 100% dei casi analizzati. Possono essere ricercati e quantificati mediante un test sierologico.

Che tipo di test si esegue?

Per determinare la presenza di anticorpi neutralizzanti Covid-19 all’interno dell’organismo, si esegue un test sierologico grazie a un semplice prelievo di sangue.

Il test è di tipo quantitativo: è in grado di quantificare la presenza di anticorpi IgG neutralizzanti. Si esegue mediante un semplice prelievo di sangue, presso uno dei nostri punti prelievi. La metodica applicata per l’esecuzione del test in laboratorio è la chemiluminescenza (CLIA).

Quali sono le differenze con un normale test sierologico per anticorpi IgG Sars-CoV-2?

A differenza del normale test sierologico per anticorpi IgG, questo nuovo test sierologico è in grado di ricercare i nuovi anticorpi neutralizzanti Covid-19, gli anticorpi anti-RDB della proteina spike (proteina s), grazie a una maggior specificità verso la ricerca di tali anticorpi nel sangue. A livello clinico, la sensibilità è al 100% (a partire dal 15esimo giorno dalla scomparsa dei sintomi) e la specificità è del 99.6%.

Come posso distinguere se gli anticorpi neutralizzanti RDB-IgG sono stati evocati dalla vaccinazione o dalla infezione?

Facendo anche il dosaggio Sars-CoV-2 IgG, un dosaggio immunometrico a cattura di microparticelle chemioluminescenti (CMIA) previsto per il rilevamento degli anticorpi IgG anti-Sars-CoV-2 contro l’antigene del nucleocapside.

Con questo test aggiuntivo si potrà capire se gli anticorpi neutralizzanti sono stati evocati dalla vaccinazione o dall’infezione naturale (anche asintomatica).

Questa informazione è utile per stabilire il numero di dosi di vaccino da somministrare (in un soggetto con infezione naturale è consigliabile 1 sola dose).

Prof. Francesco Broccolo
Direttore Scientifico Cerba HealthCare Italia

Prenota ora il test sierologico Covid-19